Sapete cos’è la farina di piume? La farina di piume può essere utilizzata in agricoltura ed è una fonte di azoto e aminoacidi, con l’85% di materia organica e oltre il 49% di carbonio organico, il che la rende un buon fertilizzante per le nostre piante. La farina di piume è un fertilizzante organico ad alto contenuto di azoto, che favorisce la crescita di radici, fusti e foglie, ideale per l’uso in frutteti biologici, alberi da fiore/frutta e piante ornamentali.

fertilizzante

Inoltre, grazie all’uso della tecnologia di idrolisi con temperatura, pressione ed enzimi, consente di rendere le molecole di aminoacidi sufficientemente piccole da essere assorbite dalla radice della pianta.

Un’altra caratteristica della farina di piume è che ha un rilascio lento di azoto, a differenza della farina di sangue, che ha un rilascio più rapido. Inoltre, questo azoto, essendo a lenta decomposizione, è utile per attivare la decomposizione dei residui vegetali nel compost.

Usi della farina di piume

Gli impieghi della farina di piume in agricoltura e nelle piante sono molteplici; ecco un breve riassunto dei suoi usi.

  • Favorisce la formazione di fiori e frutti, altamente raccomandato per l’orticoltura floreale.
  • Come fertilizzante nelle colture biologiche.
  • Per favorire la decomposizione nella formazione del compost.