Che cos’è il RAGNO ROSSO?

Il ragnetto rosso è un acaro fitofago che causa danni molto gravi alle nostre colture orticole, estensive, di agrumi e di vite, oltre che alle piante ornamentali.

Si nutrono direttamente della linfa delle piante, causando danni ingenti. Nel nostro Paese si stima che il 15-20% dei danni alle colture sia causato dagli acari.

Iniziano ad aumentare le loro popolazioni in primavera e in estate completano una generazione in poco più di una settimana. Nelle aree in cui l’inverno è mite, le generazioni possono verificarsi ininterrottamente per tutto l’anno. Questo parassita predilige un clima caldo e secco.

Perché il ragnetto spunta sulle nostre piante?

Le temperature elevate e l’ambiente secco sono le condizioni ottimali per il rapido sviluppo di una popolazione di ragnetti. Quando una pianta è debole, è più soggetta all’attacco di questo acaro.

maxresdefault

Come influisce il ragnetto sulle nostre piante?

Larve, ninfe e adulti danneggiano le piante nutrendosi della linfa vegetale. Di solito si trovano sulla parte inferiore delle foglie, dove perforano le cellule per succhiarne il contenuto. Le cellule morte vuote diventano gialle e in molte piante il danno è visibile anche sullo strato superiore delle foglie sotto forma di punti gialli. La distruzione delle cellule diminuisce la fotosintesi, aumenta la traspirazione e riduce la crescita della pianta.

Con l’aumentare del danno, le foglie ingialliscono e, con la perdita di linfa, si arriva alla necrosi della pianta. Nel pomodoro e nel cetriolo, un danno pari al 30% della superficie fogliare può già portare alla perdita del raccolto. Le ninfe e gli adulti tessono ragnatele in cui gli acari vivono e le piante possono essere completamente ricoperte da queste ragnatele. Ragnatele e macchie fogliari ne compromettono l’aspetto e ciò è particolarmente preoccupante per le colture ornamentali.

Come ELIMINARE i ragnetti in modo naturale?

PREDATORI DI RAGNETTI

  • Il PHYTOSEIULUS PERSIMILIS è il nemico naturale più conosciuto e utilizzato per il controllo dei ragnetti in molte colture, soprattutto in serra e in ambienti chiusi. È il predatore più venduto per il controllo dei ragnetti perché si nutre solo di questi ultimi. Se le prede scarseggiano, può cannibalizzarsi e scomparire. Ha un’eccellente mobilità, anche in presenza di ragnatele nella coltura. Le sue condizioni di lavoro ideali sono un’elevata umidità relativa e una temperatura di circa 20-25 gradi Celsius.
  • L’AMBLYSEIUS CALIFORNICUS è una specie originaria delle regioni a clima mediterraneo. In Spagna è ampiamente distribuita lungo la costa mediterranea e si trova nelle colture orticole, industriali, frutticole e agrumicole e, in misura minore, nella vite. È la più comune nelle colture invernali del sud-est della penisola.
  • La larva di FELTIELLA ACARISUGA è un predatore di ragnetto rosso con una distribuzione quasi cosmopolita che viene utilizzato per rafforzare la lotta dei già citati acari predatori Amblyseius californicus e Phytoseiulus persimilis contro i fitofagi del genere Tetranychus (ragnetto rosso). Grazie alla mobilità dello stadio adulto, supera di gran lunga gli altri nemici naturali nella ricerca del ragnetto rosso ed è quindi adatto alle piantagioni più grandi o dove il parassita è delocalizzato o in colonie.
BICH0003 00